• Cerca

Visualizzazione di tutti i 4 risultati

Matteo ama la pioggia Gli piace sentirne il tocco leggero sulla pelle Perché quello è l’unico momento in cui è uguale a tutti gli altri Perché Matteo è nato sordo Oggi è giorno di esercizi La logopedista gli mostra un disegno con tre uccellini Uno vola via Quanti ne restano? La domanda è continua, insistita Ma Matteo non risponde, la voce non esce, e nei suoi occhi profondi c’è un mondo fatto soltanto di silenzio All’improvviso la voce, gutturale, esce: “Pecché vola via?” Un uccellino è volato via e Matteo l’ha capito prima di tutti Prima della mamma, Sandra Prima della sorella, Alice E il padre a essere volato via, perché ha deciso di fuggire dalle sue responsabilità All’inizio non era stato facile crescere il piccolo Matteo

Due scatole colme di libri, pupazzi e tante fotografie Tutto il mondo di Margherita è racchiuso in quelle poche cose In spalla il suo adorato violino e tra le mani un biglietto aereo per una terra lontana: l’Italia La terra dove è nata e che non rivede da quando è piccola Ma ora è lì che deve tornare Perché a quasi quindici anni Margherita ha scoperto che a volte è la vita a decidere per noi Perché c’è qualcuno che non aspetta altro che poterle stare accanto: Francesco, suo padre Il suono assordante dell’assenza di Margherita ha riempito i suoi giorni per dieci anni Da quando sua moglie è scappata in Danimarca con la loro figlia senza permettergli di vederla mai più Francesco credeva fosse solo un viaggio Non avrebbe mai pensato di vivere l’incubo peggiore della sua vita

Una madre rimane sempre una madre, qualunque cosa accada. Una madre deve essere forte a ogni costo. Una madre sa che il suo cuore non sbaglia mai perchè batte all’unisono con quello del proprio figlio.

Un romanzo che parla di madri e figlie, di segreti che servono a sopravvivere, ma non danno la felicità, dalla forza incontenibile dell’ amore, l’ unica che ci riporta alla luce.