La personalità normale e patologica

25.00

Facebook

Descrizione

L’head-line del libro recita così: “Le riflessioni di uno dei più noti psicoanalisti alla luce di oltre quarant’anni di pratica psicologica e psicopatologica”. Sarebbero forse sufficienti queste poche parole a recensire il libro di Jean Bergeret, che a tutt’oggi, rappresenta effettivamente uno dei più competenti (e controversi) autori in ambito psicoanalitico. “La personalità normale e patologica” rappresenta forse, più di altri, quello che potremmo definire il “punto d’arrivo” della poderosa riflessione teorica di questo grande scienziato della mente. È, a nostro giudizio, l’opera più completa e matura dello psicoanalista francese, nonché probabilmente la più “mordace”: l’intero testo sembra infatti assumere la dimensione di una sfida coraggiosa, lanciata alle nosografie recenti che, a detta di Bergeret, tendono a produrre confusione e malintesi nei propri tentativi di codificazione della malattia mentale. Dopo aver esposto le proprie idee sui concetti di “normalità” e “patologia”, con uno stile straordinariamente esuberante, Bergeret si addentra nelle profondità concettuali dei costrutti di personalità più adoperati in ambito clinico, presentando le proprie, coerenti riflessioni, sulle due grandi strutture di personalità – nevrotica e psicotica – e su quelle che definisce “astrutturazioni” – che potremmo tradurre nei termini di personalità “borderline. Approfondito questo primo importante segmento teorico, Bergeret prosegue, quindi, passando in rassegna quei “concetti limite” che, nel campo della salute e della malattia mentale, sembrano generare le confusioni più consistenti: sono i concetti di “carattere”, di “tratti del carattere” e di “patologia del carattere”. Seguono, infine, le conclusioni tracciate dall’autore al termine dell’opera, che racchiudono e sintetizzano in maniera esemplare non solo le ipotesi portate avanti nel libro, ma più in generale l’intero lavoro psicoanalitico che, nel tempo, attraverso la pratica clinica, lo ha condotto ad elaborare formulazioni da un lato ardite, e dall’altro estremamente intriganti, di continua ed inesauribile attualità.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “La personalità normale e patologica”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *