La fine dell’alchimia. Il futuro dell’economia globale

24.00

L’alchimia di cui parla Mervyn King è il circolo virtuoso che ha retto la crescita economica dalla Rivoluzione industriale all’inizio del secolo: le banche prestavano denaro per permettere investimenti redditizi ai cittadini, che affidavano loro i propri risparmi. Ma nel 2008 questo incantesimo si è spezzato, producendo una serie di disastri: dall’indebitamento incontrollato al collasso del sistema bancario, fino alla disoccupazione dilagante, alla recessione e all’attuale paralisi. “La fine dell’alchimia” offre una prospettiva inedita sul futuro dell’economia, sugli errori commessi in passato e sulle soluzioni possibili per uscire al più presto dalla crisi.

Facebook

Descrizione

L’alchimia di cui parla Mervyn King è il circolo virtuoso che ha retto la crescita economica dalla Rivoluzione industriale all’inizio del secolo: le banche prestavano denaro per permettere investimenti redditizi ai cittadini, che affidavano loro i propri risparmi. Ma nel 2008 questo incantesimo si è spezzato, producendo una serie di disastri: dall’indebitamento incontrollato al collasso del sistema bancario, fino alla disoccupazione dilagante, alla recessione e all’attuale paralisi. “La fine dell’alchimia” offre una prospettiva inedita sul futuro dell’economia, sugli errori commessi in passato e sulle soluzioni possibili per uscire al più presto dalla crisi.