Il caso Rembrandt

20.00

Facebook

Descrizione

L’ultimo libro di un grande filosofo contemporaneo, a pochi giorni dalla sua scomparsa. L’arte, secondo Todorov, poteva salvare il mondo, o almeno contribuire a spegnere lo scontro tra civiltà. Da qui l’interesse per la storia dell’arte. Prendendo come spunto Rembrandt, Todorov ci accompagna nel cuore di un mistero: il processo creativo. Quali sono le condizioni perché scaturisca un’opera destinata a imporsi a livello universale? – Trovandoci davanti all’opera di un grande maestro, oltre ad ammirare la perfezione delle forme o interrogarci sul significato di ogni immagine, speriamo di scorgervi qualche indizio che getti luce su uno dei più affascinanti segreti delle attività umane: il processo creativo. Quali sono le condizioni perché scaturisca un’opera destinata a imporsi a livello universale? Qual è la relazione fra vivere e creare? Nel sollevare con discrezione il velo che avvolge questo mistero, Tzvetan Todorov sceglie come punto di partenza la storia del più famoso pittore del XVII secolo, Rembrandt: descrive la lezione umana che traspare dai suoi quadri e dalle sue incisioni correlandola con quanto conosciamo dei suoi rapporti con le donne, i figli, la famiglia, la vita. E ripercorre il secolare dialogo dell’arte con la morale e la realtà, per affermare idealmente, nelle parole della filosofa e scrittrice Iris Murdoch, che «la relazione dell’arte con la verità e con il bene dev’essere lo scopo fondamentale di ogni seria critica».